Nur International

AmbienteLa soluzione per il risanamento ambientale arriva dalla natura

La soluzione per il risanamento ambientale arriva dalla natura

Le dinamiche geopolitiche della nostra attualità e l’emergere di fenomeni globali legati alla necessità di perseguire politiche di adattamento climatico, sinergia tra istituzione e privati, accelerazione delle opportunità della ricerca scientifica e della cooperazione tra le realtà economiche aiutano a comprendere l’importanza di sostenere le imprese e gli incubatori scientifici che dedicano particolare attenzione all’innovazione tecnologica in termini di sostenibilità dei processi industriali, valorizzazione dell’economia circolare e implementazione dei punti dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Il lavoro che Nur International svolge da alcuni anni nella ricerca innovativa per l’applicabilità di soluzioni eco sostenibili ai diversi cicli di trasformazione, atti alla riduzione degli impatti industriali o da essi derivanti, che possano eventualmente nuocere alla salute pubblica a alla tutela della biodiversità, promuovendo progetti per la realizzazione di prodotti dal riciclo degli scarti di produzione industriali, in collaborazione con alcuni partner industriali che hanno permesso di realizzare alcune iniziative, tenta di rafforzare le dinamiche internazionali, implementando e affermando anche le priorità economiche, sociali e i punti dell’Agenda 2030.

I test condotti in campo, utilizzando le miscele in attività di bonifica e risanamento o per il lavaggio dei terreni, testimoniano l'efficacia al passaggio della chimica naturale.

Grazie alla ricerca scientifica applicata, Nur International è riuscita a sviluppare soluzioni composte da sostanze di origine vegetale, capaci di trasformare ed eliminare inquinanti quali: petrolio grezzo, combustibili e composti derivanti. La caratteristica di questa linea di prodotti è la velocità con cui agiscono, la neutralità all’impatto ambientale, eliminando i contaminanti e le diverse sperimentazioni eseguite in diverse aree del Mondo che nel corso degli anni hanno determinato risultati sorprendenti e livelli di qualità eccellenti.

In Italia, il sistema industriale avanzato e la ricerca nell’ambito della sostenibilità circolare ha l’obiettivo di ridurre i rifiuti pericolosi derivanti da attività di bonifica, destinati allo smaltimento, accentuando la sensibilità per l’utilizzo di sostanze naturali, una progettualità che mette al centro i valori del Made in Italy e della circolarità economica e che emergere in tutte le sue peculiarità, poiché i test condotti in campo, utilizzando queste miscele in attività di bonifica e risanamento o per il lavaggio dei terreni, testimoniano l’efficacia al passaggio della chimica naturale.

Tali processi si differenziano dal mercato internazionale per la loro capacità in termini di sostenibilità, riducendo impatto e rischio nella fase operativa, e per la riduzione sostanziale dei rifiuti da smaltire, clonando il sistema di difesa virtuoso che la natura ci ha dimostrato di recente durante il periodo pandemico.

I risultati ottenuti dall’intenso lavoro di ricerca e sviluppo condotto dalla società Nur International, ha definito i diversi ambiti applicativi. Le attività di studio, esaminate in laboratorio e successivamente in campo, hanno confermato l’efficacia e la sostenibilità degli estratti vegetali, già nell’applicazione della soluzione AIR, in quanto ha avvalorato la capacità di rimedio olfattivo, eliminando immediatamente le particelle odorifere prodotte dalle sostanze organiche. Prodotti importanti da poter utilizzare in quel mondo industriale legato alla trasformazione di qualsiasi linea produttiva che per sua natura emetta sostanze odorifere a causa del suo ciclo di lavorazione industriale, eliminando lo sgradevole problema odorigeno che ne deriva.

I vantaggi di questa tecnologia di trattamento risiedono nella possibilità di utilizzare tali sostanze in aerodispersione, anche in presenza di persone e/o animali, in quanto non contengono sostanze dannose per la salute e per l’ambiente. Tuttavia, la società Nur International, grazie alla costante partecipazione ad eventi internazionali e ai numerosi momenti di confronto tra esperti del settore e del mondo scientifico, continua nello sviluppo e nella sperimentazione di nuovi prodotti ad alto contenuto tecnologico, mantenendo saldo il principio di sostenibilità con le novità meritevoli di attenzione.

Ritroviamo miscele liquide che favoriscono l’attività di trattamento di matrici contaminante da idrocarburi pesanti o da sostanze derivati, attraverso applicazioni on site oppure attraverso il “soul washing” che permette di trasferire gli idrocarburi contenuti nelle terre e rocce contaminate direttamente nelle acque di lavaggio, idrosolubilizzando le sostanze presenti: rompendo le catene composte da idrogeno e carbonio si riduce la complessità del processo di trattamento in fase di depurazione delle acque di lavaggio, con l’obiettivo di trasformarla in sostanza non pericolosa per l’uomo e l’ambiente.

Un ambito importante, e già ampiamente applicato nella dispersione in mare, in occasione di sversamenti accidentali di idrocarburi in mare o in relativi bacini idrici. L’azione istantanea della miscela denominata “LOOSE” consente l’azione di “liberare” le superfici da quelle “chiazze oleose”, che precludono le attività di ossigenazione dell’ambiente acquatico, scomponendone istantaneamente le molecole di idrogeno e carbonio delle catene composte degli idrocarburi, eliminando i rischi per la flora e la fauna acquatica.

Per interventi specifici, la ricerca ha sviluppato nuovi formulati tra cui un GEL per la disgregazione e la rimozione di composti più complessi, sia per l’ambiente in cui si opera, sia per il tipo di contaminante. La particolare miscela concentrata aderisce e permane sulle pareti e sui soffitti permettendo un tempo di azione prolungato.

La formulazione in gel non contiene alcun tipo di addensante e la sua densità è il frutto della miscelazione delle sostanze vegetali, garantendo l’applicabilità anche con i tradizionali sistemi a spruzzo, senza rischi di intasare gli ugelli delle attrezzature: una soluzione, al contempo, pratica, efficace e veloce. Infine, anche il rapporto tra economica circolare, logistica e soluzioni per il Pronto Intervento di Emergenza (PIE) diviene essenziale per uno sviluppo economico armonioso e nel rispetto della sicurezza e della sostenibilità. La composizione di PIE è quella di una sostanza cremosa, resa tale dal contenuto di sale alpino che ne favorisce l’assorbimento, ha un’azione immediata di incapsulamento delle contaminazioni (per questo trova particolare applicazione nell’ambito del ripristino stradale post incidente o sversamento accidentale su piazzali, officine o altro), garantendo lo standard di messa in sicurezza della parte contaminata, e con un semplice risciacquo e aspirazione della superficie trattata, si ottiene il ripristinando immediato delle condizioni di “GRIP” per la sicurezza della superficie trattata, senza alcun rischio per la circolazione di mezzi e persone. Nel rispetto dei criteri ambientali, il trattamento non necessita di particolari contenitori, in quanto dopo aver aspirato il materiale, viene avviato al trattamento di depurazione, riducendo i costi di smaltimento delle tradizionali polveri assorbenti, sepiolite, filler o di altri compositi destinati ad impianti di inertizzazione o di termodistruzione.

La miscela Loose consente di "liberare" le superfici dalle chiazze oleose, che precludono le attività di ossigenazione dell'ambiente acquatico, scomponendone le molecole di idrogeno e carbonio delle catene composte degli idrocarburi.

Una concreta sinergia tra ricerca, imprese e istituzioni pubbliche innesca delle dinamiche importanti per la crescita delle opportunità imprenditoriali e delle imprese nel nostro sistema economico, rispettando l’ambiente e i punti dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Peraltro, gli obiettivi fissati per lo sviluppo sostenibile hanno una validità globale, riguardano e coinvolgono tutti i Paesi e le componenti della società, dalle imprese private al settore pubblico, dalla società civile agli operatori dell’informazione e della cultura. La rigenerazione equo-sostenibile dei territori, la mobilità e la coesione territoriale, la transizione energetica, la qualità della vita e l’economia circolare sono le cinque macro aree in cui si sviluppano le linee programmatiche dell’Agenda Onu e pongono al centro la persona, mirando alla promozione di stili di vita sani, alla definizione di tempi di vita equilibrati, alla progettazione di condizioni di vita eque, alla promozione di azioni finalizzate allo sviluppo umano, alla formazione continua e ad uno sviluppo economico accessibile, sostenibile e rispettoso di tutto il creato.

scarica articolo in formato PDF

Scritto da:

Cambiare il mondo moderno per le generazioni future creando soluzioni sostenibili e rispettose della natura. Impegnarsi nel costruire un percorso di cambiamento etico e culturale nelle imprese.

Posta un commento

Rimani Connesso!